Il medico risponde

Qual è la miglior cura per l’artrosi? Sfatiamo alcuni falsi miti!

Quando si riceve una diagnosi di patologia cronica e degenerativa è difficile accettare di dover convivere con la malattia. In quella mancanza di accettazione si crea lo spazio per la fascinazione verso soluzioni presentate come nuove, naturali, sperimentali o qualunque aggettivo possa lasciare intendere un’alternativa rispetto a quelle ricevute. In questa fase non mancano ricerche su internet come “Qual è la miglior cura per l’artrosi?” oppure “Come curare l’artrosi senza farmaci?” che rischiano di fomentare disinformazione e falsi miti.

La libertà di accesso alle informazioni infatti permette la ricerca di pazienti da un lato e di rimedi dall’altro, diventando terreno di incontri spesso poco salutari. L’artrosi è proprio una di queste malattie degenerative per le quali non si può parlare di guarigione, ma di trattamenti e accorgimenti che possono aiutarci comunque a vivere una vita piena di vita.

Informarsi su fonti affidabili e certificate è il primo strumento per evitare di incorrere in perdite di tempo o trattamenti addirittura dannosi.

VEDIAMO COSA È DAVVERO EFFICACE PER L’ARTROSI, DI COSA INVECE NON DOBBIAMO FIDARCI E SOPRATTUTTO PERCHÉ A VOLTE FINIAMO PER FARLO.

Si può curare l’artrosi senza farmaci?

No, ma Il fatto che non esistano farmaci in grado di guarire definitivamente dalla patologia non vuol dire che non ci siano rimedi in grado di alleviare i sintomi dell’artrosi e rallentarne il decorso. Questa malattia si tratta con antinfiammatori non steroidei che agiscono sull’infiammazione che causa la modifica strutturale dell’articolazione, con conseguente diminuzione della sua funzionalità. Quindi l’assunzione di farmaci per artrosi è importante per controllare il dolore e rallentare la progressione di malattia.

Ginnastica, sport ed esercizi per artrosi: vanno evitati?

Molti pensano che con una patologia che agisce in modo così aggressivo sulle articolazioni lo sport e la ginnastica siano fuori discussione. Se stiamo parlando di sport che richiedono grandi sforzi, possiamo dire che hanno ragione, ma le linee guida sull’artrosi sono molto chiare sull’utilità di un’attività fisica aerobica a intensità moderata. Lo sport rafforza i muscoli e agisce sulla motilità articolare con un impatto positivo sul decorso della malattia e della qualità della vita. Non ci sono più scuse quindi per non iscriversi a un corso di yoga, pilates, tai chi, bicicletta, nuoto, acquagym e tutti gli sport che riducono il carico sulle articolazioni.

Rimedi della nonna per l’artrosi: anche i rimedi naturali potrebbero nuocere

Tra le argomentazioni con cui spesso si convincono le persone a provare trattamenti diversi da quelli farmacologici vi è la composizione naturale delle soluzioni proposte. I rimedi naturali per artrosi vengono sempre presentati come innocui e questo può portare a valutare che se anche non trarremo alcun beneficio dal rimedio proposto, comunque non ci farà male. Dobbiamo ricordare che non sempre è così. Anche i rimedi della nonna o gli antinfiammatori naturali per l’artrosi potrebbero innescare reazioni dannose per il nostro organismo.

Rimedi nonna

Perché si finisce a credere ai rimedi naturali per l’artrosi

Come abbiamo visto, è difficile accettare di avere una patologia che ci accompagnerà per tutta la vita. Perciò, prima di cedere all’accettazione, alcune persone cercano con tutti i mezzi di trovare qualche rimedio nuovo o naturale di cui il proprio medico per qualche motivo non avrebbe ancora sentito parlare. A volte può capitare che il proprio medico prescriva i farmaci e i trattamenti consigliati per artrosi senza soffermarsi a spiegare per quale motivo non si può auspicare a una guarigione totale. Mentre coloro che invitano a provare rimedi naturali promossi come miracolosi sono ben più inclini alle spiegazioni, innescando nelle persone una maggiore fiducia, senza però avere basi scientifiche su cui poggiare le proprie argomentazioni.