Il medico risponde

Cibo anticolesterolo, barrette miracolose e superfood: facciamo chiarezza sull’ipercolesterolemia

Alimenti che abbassano il colesterolo: il delicato equilibrio dell’alimentazione per l’ipercolesterolemia

Super food, integratori miracolosi, cibi proibiti; su colesterolo e dieta per ipercolesterolemia circola forse il maggior numero di fake news del mondo della salute. Un’alimentazione corretta ed equilibrata viene spesso percepita come una dieta piena di rinunce e povera di gusto e così è normale lasciarsi tentare da quelle che possono sembrare scorciatoie per evitare di dover modificare troppo le nostre abitudini.

Ma l’alimentazione e la dieta, in generale e ancora di più in caso di ipercolesterolemia, è da considerare nel suo insieme senza condannare alcun alimento o cercare la soluzione in singoli elementi o integratori.

Integratori per abbassare il colesterolo: le barrette a basso contenuto di grassi sono davvero efficaci ad abbassare i valori del colesterolo nel sangue?

Innanzitutto, è doveroso ricordare che non tutto il grasso è nemico delle nostre arterie. I grassi cosiddetti buoni sono necessari per il nostro organismo, inoltre esistono vitamine liposolubili, quindi sciolte nel grasso, di cui l’organismo avrebbe carenza se eliminassimo dalla nostra dieta tutti gli alimenti che lo contengono.

Parlando poi nello specifico di questi alimenti, per contenere livelli così bassi di grassi vengono processati a livello industriale e la trasformazione che subiscono ne alza notevolmente i livelli di carboidrati e zuccheri. Questi nutrienti inducono una maggiore produzione di insulina da parte del nostro organismo e livelli elevati di insulina portano all’attivazione dell’enzima che produce colesterolo cattivo.

 

olio d’oliva e avocado

Cibi che riducono il colesterolo: per contrastare l’ipercolesterolemia si sente spesso parlare di superfood, esistono davvero?

Dipende da cosa intendiamo per superfood. Se ci aspettiamo qualche cibo esotico miracoloso che abbassa i valori del colesterolo con la semplice assunzione allora purtroppo no. Esistono però dei cibi, presenti da sempre nella valida dieta mediterranea, che hanno delle proprietà importanti per l’equilibrio del nostro organismo e per il controllo del colesterolo.

I legumi, ad esempio, durante la loro digestione rilasciano gli zuccheri in modo più moderato e graduale; inoltre contengono fibre e fitosteroli che aiutano a regolare il colesterolo soprattutto di tipo LDL, quello maggiormente responsabile delle problematiche cardiovascolari.

Anche gli pseudocereali ricchi di fibre, come quinoa, amaranto o ancora più semplici da trovare come l’avena, possono aiutare nella regolazione del colesterolo. L’avena è ricca di betaglucano, una fibra solubile che regola i livelli di colesterolo e zuccheri nel sangue. È infatti importante regolare anche la concentrazione degli zuccheri perché, come abbiamo visto, possono essere responsabili del colesterolo endogeno, ovvero prodotto dal nostro organismo.

E ancora, olio d’oliva e avocado che contengono acidi grassi monoinsaturi in grado di ridurre l’infiammazione e proteggere l’apparato cardiovascolare.

Quindi nessun cibo ha i super poteri, ma molti contengono elementi che, se integrati in modo equilibrato all’interno della nostra dieta, possono essere grandi alleati della nostra salute.

 

 

A cura della Dott.ssa Elisa Spelta PhD, Biologa Nutrizionista, Dottore di ricerca in Tecnologie Biomediche in Medicina Clinica

 

IT-NON-110899